Condizioni

1. Criteri generali

Le presenti condizioni regolano il rapporto contrattuale tra Cliente (il committente) e Traduttore.

Per Cliente o Committente si intende colui che mediante lettera, fax, e-mail o altro documento con valore legale (in gergo: lettera di incarico) conferisce un incarico al Traduttore obbligandosi a corrispondere il compenso pattuito. Per Traduttore si intende il professionista che traspone il testo dalla lingua d’origine alla lingua di destinazione, in maniera tale da mantenere quanto più possibile inalterato il significato originario e ricorrendo, laddove necessario, a processi di adattamento. Per Lingua di origine si intende la lingua originale del testo da tradurre. Per Lingua di destinazione si intende la lingua in cui verrà tradotto il testo originale.

2. Determinazione dei compensi

Resta inteso tra le parti che, salvo diversa pattuizione scritta, spetterà al Traduttore un compenso per l’attività svolta, compenso che verrà indicato e specificatamente pattuito nell’atto di conferimento dell’incarico. Resta inteso in ogni ipotesi che, salvo diversa pattuizione scritta tra le parti, la fatturazione minima è comunque pari a un’ora di lavoro (al netto di IVA e rivalsa INPS, e al lordo della Ritenuta d’Acconto, ove applicabili).

I compensi sono calcolati al netto di IVA e rivalsa INPS e al lordo della Ritenuta d’Acconto, ove applicabili.

In linea di principio il compenso è determinato in base al numero di parole della lingua di partenza per le traduzioni, o al numero di ore per le revisioni e i servizi di interpretariato. Resta salva comunque la facoltà di pattuire espressamente per iscritto compensi a forfait, o con criteri di calcolo diversi.

3. Termini di consegna

Il Cliente dovrà rendere disponibile tutto il materiale da tradurre e le informazioni necessarie alla realizzazione del lavoro di traduzione e il Traduttore è tenuto a consegnare il lavoro entro il termine fissato nella lettera d’incarico. Detto termine potrà essere modificato da parte del Traduttore, qualora subentrino modifiche all’incarico originale.

Il Traduttore non sarà responsabile per consegna posticipata del lavoro ultimato in caso di forza maggiore. Nei casi di forza maggiore previsti dalla legge, il contratto intercorso tra le parti dovrà considerarsi risolto senza alcun obbligo di risarcimento.

I termini di consegna sono vincolanti solo se espressamente previsti nel documento di incarico, sono derogabili su accordo scritto delle parti e riguardano esclusivamente il materiale consegnato all’atto dell’accettazione dell’incarico ed eventuali aggiunte successive accettate per iscritto.

4. Riservatezza

Il Traduttore si impegna a mantenere riservati i testi ed i dati personali relativi al Cliente, la natura del lavoro svolto e qualsiasi informazione trasmessa dal Cliente al Traduttore ai fini della traduzione.

5. Termini di pagamento

Il pagamento è dovuto, salvo diversamente concordato, tramite bonifico bancario entro massimo 30 giorni, con possibilità di proroga fino alla fine del mese, dalla data di ricevimento della fattura. Ai sensi della direttiva 2000/35/CE e del D.L. 231/02, scaduto tale termine, si applicano gli interessi moratori nella misura indicata dal Dl 231/02.

Per lavori di durata superiore al mese di lavoro, viene riconosciuta al Traduttore la corresponsione di un acconto sul compenso pattuito o viene previsto un pagamento in più tranche.

6. Facoltà di recesso

Salva diversa pattuizione scritta, il Cliente ha la facoltà di recedere dal contratto. Qualora il Traduttore abbia già eseguito in parte o integralmente la traduzione, essa è posta a disposizione del Cliente e deve essere pagata per la parte eseguita. Rimane inteso, altresì, che è in facoltà del Traduttore recedere dal contratto, nell’ipotesi di richiesta di traduzione di testi che, a sua esclusiva opinione, abbiano o possano avere carattere diffamatorio o illegale.

7. Natura della traduzione

Il Traduttore si impegna ad eseguire la traduzione dei termini specialistici in conformità con i loro significati convenzionali, i dizionari/glossari in possesso del Traduttore o forniti dal Cliente. Se il materiale tradotto viene pubblicato, il Cliente dovrà indicare il nome del Traduttore sulla pubblicazione stessa.

Resta inteso che qualora vengano effettuate aggiunte o modifiche al testo tradotto senza l’autorizzazione scritta del Traduttore, questi non sarà responsabile per dette aggiunte e/o modifiche, e/o per eventuali conseguenze di tali aggiunte e/o modifiche.

8. Responsabilità

Resta inteso che il Traduttore rimane direttamente responsabile nei confronti del Cliente per quanto attiene l’attività di traduzione da esso svolta. Tuttavia il Traduttore non può essere considerato responsabile per violazione di copyright e/o di traduzione, né per quel che concerne qualsiasi rivendicazione legale emergente dal contenuto del testo originale.

Il Cliente si impegna a indennizzare il Traduttore per qualsiasi richiesta, azione giudiziaria, costo o spesa emergente dalla pubblicazione di materiale diffamatorio e/o illegale, per la violazione di qualsiasi diritto di proprietà su brevetti o disegni di terzi.

9. Vizi o difetti. Norme applicabili

Ogni contestazione relativa alla traduzione, e all’attività svolta dal Traduttore, deve, a pena di decadenza, essere formulata nel termine di legge di cui all’art. 2226 Codice Civile, e quindi entro otto giorni dalla scoperta dei vizi. La responsabilità del Traduttore, se comprovata, è pari al valore del lavoro di traduzione svolto indicato in fattura.

10. Foro competente

Per tutte le controversie inerenti il contratto tra Cliente e Traduttore e relative al suo contenuto, vizi, difetti, recesso e/o quant’altro dovesse insorgere tra le parti, sarà competente il Foro del comune di residenza del Traduttore.